Sam Smith, previsione azzeccata

Lo so, quando finirete di leggere questo post penserete a un mio delirio di onnipotenza. Eppure un anno fa, quando Sam Smith ha rilasciato il suo primissimo singolo “Money on my mind”, ho pensato: “Questo sfonderà di sicuro”.

A giugno, in uno Starbucks di New York, alla radio suonava proprio questa canzone quando una ragazza vicino a me ha chiesto alla barista il titolo. E io non ho potuto far altro che sorridere.

Ed eccoci qua. Domenica scorsa Sam Smith ha portato a casa ben 4 Grammy e in un anno ha avuto successo in tutto il mondo. Guardo a questi casi con occhi sognanti perché, anche se in salsa britannica, questo è il vero American dream.