Tempo di bilanci – Vinyl su tutto

Riemergo dalla pausa che mi sono concessa per chiudere una sfilza di serie e tirare le somme. Tra le cose migliori viste negli ultimissimi mesi ci sono la seconda stagione di Better Call Saul e American Crime e la prima di American Crime Story – The People vs O.J. Simpson. E dai, per il rotto della cuffia ci metto pure la miniserie 11.22.63 da cui mi sarei aspettata di meglio. Inutile poi ribadire lunga vita a Shameless, che alla sesta stagione non delude.

Ma mentre scrivo questo post un titolo sovrasta tutto il resto e mi annebbia la mente: Vinyl. Le aspettative che nutrivo per il frutto di Martin Scorsese e Mick Jagger sono state soddisfatte alla grande. Ho amato tutto della prima stagione, il cast, la colonna sonora, la storyline. Fantastico il feeling tra Bobby Cannavale (immenso) e Ray Romano così come James Jagger nel ruolo di leader della band Nasty Bits, che secondo me dovrebbe pubblicare un disco per davvero.

Non un minuto di noia, figuriamoci poi pensare alla tripletta boomerang HBO+Martin Scorsese+Bobby Cannavale.

Vinyl è una serie da vedere assolutamente ma soprattutto da ascoltare. Quindi fatelo!

Leave a Reply

Leave a Reply

  Subscribe  
Notify of